Piccoli misteri. Quella dedica di Sciascia al boss mafioso, ma quale boss?

È giallo su una dedica di Leonardo Sciascia ad un boss mafioso del dopoguerra. Era Calogero Vizzini o Genco Russo? La dedica era sul libro Gli zii di Sicilia o su Il Giorno della civetta?

leonardo-sciasciaNon voglio ricostruire i fatti come potrebbero essere avvenuti in ordine cronologico, ma voglio mostrare il filo che mi ha condotto alla scoperta di questo piccolo e curioso mistero.
Ebbene, il 16 ottobre 2016 sul Correre della sera è uscito un articolo (clicca qui per leggerlo) a firma di Aldo Cazzullo in cui si ritrovano delle dichiarazioni del giornalista Pietrangelo Buttafuoco sul film di Pif da poco uscito In guerra per amore. Ebbene, in quell’articolo Buttafuoco dice: «Sciascia intervistò don Calogero Vizzini, e dovendo dedicargli una copia dell’ultimo romanzo, Gli zii di Sicilia, scrisse: “Allo zio di Sicilia un libro contro tutti gli zii”». Per me era un assoluto inedito, e da giornalista, da scrittore e soprattutto da villalbese e lettore di Sciascia mi sono molto pietrangelo-buttafuocoincuriosito. Ho personalmente chiesto a Buttafuoco di darmi la fonte e mi ha gentilmente risposto che venne a conoscenza dell’aneddoto tramite Marcello Dell’Utri, che a sua volta glielo raccontò lo stesso Sciascia alla fine degli Settanta, e il tutto fu riportato sul suo libro Fuochi (Vallecchi, 2012). Primo dubbio: Gli zii di Sicilia è un libro edito nel 1958, e Calogero Vizzini morì nel 1954. Ci sarà stata un po’ di confusione. Non diamo colpa a nessuno.
Pochi giorni fa ho letto un libro che mette in parallelo Sciascia e il mio storico concittadino Michele Pantaleone, il testo in questione è Servi disobbedienti (Flaccovio) di Gino Pantaleone con la prefazione del giornalista e scrittore Gaetano Savatteri.  All’interno del suo scritto introduttivo Savatteri riporta lo stesso aneddoto che ci riferisce Buttafuoco, ma cambia il boss e ci indica che il destinatario dell’intervista e della dedica fu Giuseppe Genco Russo di Mussomeli. I tempi combacerebbero, perché Sciascia incontrò Genco Russo per intervistarlo nei primi anni Sessanta e in quell’occasione potrebbe essere avvenuto l’omaggio-sberleffo. E quindi, probabilmente, già in forza del successo de Il giorno della civetta. (Io personalmente dubito che Genco Russo leggesse, mi piacerebbe essere smentito in merito, quindi se avvenne questo “omaggio” con la dedica, mi piace immaginare che sia stata una cortesia velata, e poi non tanto velata, per sottolineare i ruoli distanti dei due personaggi).
Gaetano Savatteri.jpgIntanto, la mia curiosità non era placata, chi tra Buttafuoco e Savatteri aveva ragione? Chi ricevette veramente la dedica, Vizzini o Genco Russo? Insomma, andai avanti e mostrai le miei curiosità a Gaetano Savatteri che, anche lui molto gentilmente, mi disse che la sua fonte sull’aneddoto era Stefano Vilardo lo scrittore e insegnante di Delia, intimissimo amico dello scrittore di Racalmuto e che avrei potuto trovare quanto mi interessava in quella bella intervista fatta a Vilardo da Giancarlo Macaluso (clicca qui per leggerla) riportata sul prestigioso giornale online Malgrado Tutto. Ridiamo un po’: non l’avessi mai fatto! Viene confermato Genco Russo, ma cambia il libro su cui venne

giuseppe-genco-russo
Genco Russo

scritta la famosa dedica, da Gli zii di Sicilia si passa a Il giorno della civetta. Giallo nel giallo, dubbio nel dubbio. Una dedica contro gli zii sul testo in cui è presente quel don Mariano Arena ispirato dalla figura di don Calò Vizzini in dono al successore Genco Russo. E io che sono amico e frequentatore di Mussomeli so fin troppo bene che il boss veniva chiamato, indicato come ‘u zì Peppi. Quindi zio a tutti gli effetti.
Il mistero, fino a questo punto, non è ancora risolto, speriamo che al momento serva come piccola correzione in fieri su un aneddoto della vita di Leonardo Sciascia. Per il resto ci servirebbe, come dicono oltremanica, una smoking gun, una prova provata, magari il ritrovamento di quel libro con la dedica, quale esso sia, a fugare ogni dubbio e la nostra sciasciana fantasia. La ricerca continua…

Jim Tatano

PS: Se qualcuno volesse darci una mano per fare chiarezza siamo a totale disposizione di tutti. Intanto colgo l’occasione per ringraziare quanti, come Buttafuoco e Savatteri, hanno perso il loro tempo con un rompipalle come me e per questo piccolo mistero.

Annunci

4 pensieri riguardo “Piccoli misteri. Quella dedica di Sciascia al boss mafioso, ma quale boss?”

  1. Carissimo.
    Ti scrivo dalla terra di Sciascia e ti posso confermare che il destinatario della dedica è lu zi Peppi Jencu.
    È comunque gli aneddoti di Sciascia
    “Mafioso”sono tanti uno tra i primi è l’avere svelato con 30 anni di anticipo la struttura mafiosa prima ancora di don Tommasino Buscetta il boss di due mondi.
    Per cui ti sprono ha cercare ancora collegamenti tra Sciascia e mafia.
    Vedi anche dichiarazione di Riina su Sciascia.
    Con questo ti lascio e ti invito a cercare nelle sue lettere che si trovano presso la fondazione Sciascia e alcune ancora nascoste nel cavo.

    Saluti e buona scoperta

    Mi piace

    1. Gentile Giacomo, domani sarò a Racalmuto presso il centro “Ad Maiora” per presentare il mio nuovo libro, la invito a venire perché mi piacerebbe incontrarla e approfondire sull’argomento. L’aspetto con piacere.

      Mi piace

  2. Carissimo.
    Conosco benissimo ad maiora è la sua fondatrice Maria Mule che stimo tantissimo.
    Ma per questioni di lavoro non posso essere presente.
    E poi preferisco mantenere questo anonimato perché sé no sarei accusato di eresia in quanto il nome di Sciascia e intoccabile sia a Racalmuto che nel resto d’Italia.
    Per ciò le auguro buona ricerca e spero che approdi a qualcosa.
    Auguri per il suo nuovo libro che spero di leggere quanto prima.
    E per il futuro best selleria che pubblicherà.
    Ma ricordi se decide di inoltrarsi su questa strada no sarà facile sostenere queste tesi .
    Le auguro buon lavoro .

    P.s comunque non la lascerò solo di tanto in tanto la contatterò

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...